ASSISTENZA INSERZIONISTI:

TEL ROMA 06.94800.774

FAX ROMA 06.94800.775

TEL MILANO 02.3031.6868 Fax 02.3031.6869

FAX MILANO 02.3031.6869

MAIL info@paginesalute.it

SEZIONI TERRITORIALI:
ITALIA

PONI UN QUESITO

AGLI OPERATORI DEL SETTORE

Inserire oggetto
Inserire testo
Inserire email

ALLEGA FILE (Max 5mb)





OPERATORI E CENTRI

APRI - CHIUDI

Lea, livelli essenziali di assistenza: aggiornati dopo quindici anni

I Livelli essenziali di assistenza sono stati finalmente aggiornati dopo 15 anni di attesa.  Ne faranno parte la procreazione medicalmente assistita, alcune malattie croniche e 110 malattie rare. I Lea sono le prestazioni sanitarie che le Regioni sono obbligatre a fornire gratuitamente o al...




La Corte Costituzionale ha accolto il ricorso della Regione Veneto, Zaia: continueremo a nominare i direttori generali in sanità

"Una sentenza storica, siamo stati l'unica Regione d'Italia a portare avanti le nostre convinzioni. Il centralismo sanitario governativo ha ricevuto un duro colpo e noi, tanto per fare un esempio concreto, continueremo a nominare i direttori generali della nostra sanità invece...




Lorenzin a Trento: le cartelle cliniche online devono essere comuni in tutte le regioni

"Io sono molto sensibile all'argomento della cartella clinica on line, tanto da aver siglato il Patto della salute digitale. Ma dobbiamo evitare che ogni Regione si faccia la propria piattaforma. Questa non può essere una torre di Babele, ma dev'essere un unico linguaggio che...




Meningite: migliora il bimbo di 8 anni ricoverato a Firenze

Sono migliorate nella notte le condizioni del bambino di 8 anni, del Livornese, ricoverato per meningite di tipo C all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Secondo fonti sanitarie, il bimbo non è più in prognosi riservata, è fuori pericolo e risponde bene alle terapie....




Salvata neo mamma al pronto soccorso per arresto cardiaco e coma

Una neo-mamma in coma per arresto cardiaco è stata salvata al pronto soccorso dell'ospedale di Susa. La storia a lieto fine era iniziata tragicamente quando il marito l'ha trovata in casa in stato di totale incoscienza.     Madre di due bambini piccoli, di cui uno di...




Nel 2014 diminuiscono i ricoveri ospedalieri: ne sono stati effettuati 9.526.832, per un totale di 63.129.031 giornate, con una riduzione rispetto al 2013 di circa 315 mila ricoveri (-3,2%) e 1.184.000 giornate (-1,8%). E´ quanto illustrato nel Rapporto annuale sull´attivit di ricovero ospedaliero (Dati SDO 2014), a cura dell´Ufficio VI della D.G. programmazione sanitaria del Ministero della salute. La figura seguente mostra landamento del volume complessivo di dimissioni e di giornate erogate dal 2001 al 2014. Si pu osservare dal 2001 al 2006 un andamento sostanzialmente...




La Regione Marche è tra le regioni d´Italia ad avere un finanziamento inferiore a quello proporzionato al bisogno dei propri pazienti nel comparto delle cure mediche. Lo ha reso noto l´Istat in una recente indagine che ha messo a fuoco lo stato di carenza dei servizi medici proprosti nelle realtà locali dove è pesante il fardello del piano di rientro sanitario.  




La Giunta regionale dell´Umbria ha approvato il nuovo Piano regionale della prevenzione 2014/2018. In sintesi il nuovo Piano prevede: sessantacinque progetti, organizzati in dieci programmi relativi a: promozione di comportamenti di vita salutari, vaccinazioni, screening oncologici e cardiovascolari; prevenzione di incidenti stradali e domestici; salute nei luoghi di lavoro; potenziamento dei sistemi informativi, gestionali e di sorveglianza; corretta alimentazione; gestione degli animali da compagnia; sistema d’emergenze. Il tutto con particolare attenzione a donne, bambini e...




Allospedale di Vasto sono stati attivati sedici nuovi posti letto per lassistenza agli anziani attraverso la Lungodegenza, ubicata al terzo piano del Padiglione III, attigua allunit operativa di Medicina.




On. ALDO PATRICIELLO DEPUTATO AL PARLAMENTO EUROPEO   Spett.le Paolo Di Laura Frattura Presidente Regione Molise Consiglieri Regionali Molise LORO SEDI   Strasburgo, 11 giugno 2015 LETTERA APERTA   Carissimi, in questi giorni è iniziata la discussione della proposta di legge sul riordino del Servizio Sanitario Regionale. L’occasione mi è propizia per condividere con voi alcune riflessioni che, senza voler entrare nello specifico dell’articolato della legge, ritengo possano rappresentare il cardine attorno al quale far ruotare...




Tra le 21 aziende sanitarie locali italiane l´USL Umbria 1, vecchia denominazione dell´Asl che viene ancora usata sul territorio umbro, risulta essere la più virtuosa con un anticipo di quasi 23 giorni rispetto ai 60 normativamente previsti per il saldo delle spettanze. E´ quanto emerge da una indagine condotta dall’ufficio studi della Cgia di Mestre che ha analizzato i siti web di un campione di Pubbliche Amministrazioni in merito all’indicatore di tempestività dei pagamenti ai fornitori nel primo trimestre del 2015.    




Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma del segretario regionale della Cgil Molise Sandro Del Fattore. "Nella Commissione Consiliare competente, si è avviato l´iter che riguarda la legge di riordino del Servizio Sanitario Regionale. L´unica occasione di dibattito su tale legge è stata l´audizione svoltasi la scorsa settimana. Un testo di Legge già predisposto e difficilmente modificabile. E pure, anche in quella sede, sono state mosse critiche al testo di Legge. Da lì si dovrebbe ricominciare: tenere cioè nel dovuto conto le...




Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma del segretario regionale della Uil Molise Tecla Boccardo. “La proposta di legge “Riordino del Servizio sanitario regionale”, elaborata dalla Giunta, è l’ennesimo e tardivo tentativo del governo regionale di affrontare un importante problema qual è quello della tutela della salute dei cittadini molisani, ancora una volta senza cogliere il vero merito dei problemi e senza un’idea forte di come questo diritto fondamentale di cittadinanza va realizzato nel nostro territorio. La vera opportunità per...




“Gli attacchi di chi mirano a far credere che esistono giochi diversi sul destino del Santissimo Rosario, rappresentano l’essenza della scorrettezza a tutto danno dei cittadini che non possono essere considerati di serie a o di serie b, di fronte alla difesa della propria salute. Come sempre, rifuggo dalle polemiche che non portano a nulla e mi limito a sottolineare che non sono arretrato di un millimetro da quelli che erano i propositi analizzati insieme all’Amministrazione Comunale di Venafro e il Comitato in difesa del Santissimo Rosario non più tardi di un paio di...




“Il trasferimento del reparto di ortopedia dall’ospedale Santissimo Rosario di Venafro all’ospedale Veneziale di Isernia si inserisce nel processo in atto di riorganizzazione del Servizio sanitario regionale e risponde agli obiettivi che ci siamo dati, rendere la nostra sanità efficiente, appropriata e di qualità a beneficio di tutti i cittadini molisani. Non stiamo praticando atti di penalizzazione alcuna per nessuno, il trasferimento di ortopedia al contrario è da intendersi come garanzia delle condizioni di sicurezza che vanno assicurate ai pazienti e...




 
 

OPERATORI E CENTRI