ASSISTENZA INSERZIONISTI:

TEL ROMA 06.94800.774

FAX ROMA 06.94800.775

TEL MILANO 02.3031.6868 Fax 02.3031.6869

FAX MILANO 02.3031.6869

MAIL info@paginesalute.it

SEZIONI TERRITORIALI:
ITALIA

PONI UN QUESITO

AGLI OPERATORI DEL SETTORE

Inserire oggetto
Inserire testo
Inserire email

ALLEGA FILE (Max 5mb)





OPERATORI E CENTRI

APRI - CHIUDI

Verso la chiusura il centro Pavone

Il Centro di alta riabilitazione Pavone di Salcito (Campobasso) potrebbe chiudere i battenti entro pochi giorni, nel prossimo mese di dicembre. E' quanto rendono noto i lavoratori della struttura, gestita da Neuromed, in una lettera inviata ai vertici della Regione, dell'Asrem e della...




Malattie reumatiche, un italiano su 10 ne soffre: giornata mondiale dei malati reumatici.

Da osteoporosi ad artrite reumatoide, esistono oltre 120 malattie reumatiche. In Italia ne soffre il 10% della popolazione, circa 5,5 milioni persone, anche bambini. Un trattamento tempestivo nelle prime fasi della malattia può ridurne molto l’impatto, permettendo al paziente di...




Grazie alla positiva istruttoria tenutasi presso l’assessorato regionale al Lavoro è stato sottoscritto il verbale di accordo tra le parti per revocare la procedura di mobilità avviata dall’Istituto Carsic per 23 dipendenti. L’esito della riunione agevola un proficuo rasserenamento dei rapporti aziendali e aiuta ad affrontare le altre problematiche aperte con spirito costruttivo nell’interesse dei pazienti, degli operatori e dell’Istituto Carsic. L’assessorato al Lavoro, pur sottoposto ad una pressione quotidiana derivante dall’esame di...




Si fa sempre più intricata la questione della cessione del ramo aziendale dei Centri Padre Pio alla srl Centri di Riabilitazione Molisani. Ed il fatto che gli effetti di una tale operazione ricadano sui 26 lavoratori degli ex Centri Padre Pio dei quattro presidi regionali induce il consigliere regionale Filippo Monaco a prendere provvedimenti e ad impegnare, attraverso una mozione, l’intero consiglio regionale per risolvere la situazione: “Già a dicembre presentai una interrogazione sia al Presidente della Regione nella sua qualità di delegato alla...




La giunta regionale ha stabilito di istituire l’elenco regionale delle aziende fornitrici di protesi, ortesi ed ausili. Contestualmente è stato deciso di aggiornare i requisiti strutturali ed organizzativi necessari per l’inserimento delle aziende stesse nell’elenco. La Regione ha anche deciso di applicare una riduzione del 20 per cento sulle tariffe previste per la fornitura degli aggiuntivi, ovvero quelle varianti di miglioramento del presidio prescritto, che nella stesura del preventivo, concorrono tra le voci che determinano il prezzo complessivo del presidio...




Il progresso della tecnologia va a braccetto con il progresso della medicina nella regione Umbria. L’ultima novità in tal senso giunge dal Centro Servizi “Grocco” di Perugia e dall’unità operativa interdistrettuale di Riabilitazione Respiratoria e Prevenzione Tisiopneumologica della USL Umbria 1. Ben 16 pazienti sono pstati sottoposti ad un progetto pilota che si avvale di un sistema di controllo in remoto tramite videochiamata Skype per verificare l’aderenza al piano terapeutico domiciliare concordato con il paziente. Al paziente, constatata la...




"Aiuto! È questo il grido delle lavoratrici e dei lavoratori della Fisiomedica Loretana che quotidianamente prestano la loro delicata ed insostituibile opera assistenziale nei confronti di chi ha bisogno e si è rivolto a quella azienda.Un grido che sembra inascoltato e che getta nella più profonda sensazione di abbandono coloro che continuano a lavorare pur senza percepire il dovuto e meritato stipendio. Il sindacato ha raccolto queste grida e si è fatto portavoce di questi elementari diritti che sono alla base di una vita rispettosa delle loro dignità...




“Quello che si profila per i quattro centri ambulatoriali di riabilitazione molisani facenti capo alla Fondazione Padre Pio Onlus di San Giovanni Rotondo è a dir poco sconcertante: cessione del ramo aziendale senza il coinvolgimento della Regione; 26 unità di personale rassicurate, per il momento, solo a parole; prestazioni sanitarie specialistiche che rischiano di essere tagliate e di arrecare ulteriori aggravi di spesa per gli utenti” . Queste alcune delle dichiarazioni inviate alla stampa locale in una nota da parte del vicepresidente del Consiglio regionale,...




 
 

OPERATORI E CENTRI