ASSISTENZA INSERZIONISTI:

TEL ROMA 06.94800.774

FAX ROMA 06.94800.775

TEL MILANO 02.3031.6868 Fax 02.3031.6869

FAX MILANO 02.3031.6869

MAIL info@paginesalute.it

NEWS

F menu, l'alimentazione giusta per la salute delle donne


OPERATORI E CENTRI

APRI - CHIUDI

L’alimentazione e le donne: sono i due pilastri dell’esperimento “F menu”, la combinazione di piatti ideata per la parte scientifica da Stefania Ruggeri, ricercatrice Cra (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l´analisi dell´economia agraria) specializzata in alimentazione e salute della donna in età fertile, e interpretata sul piano pratico dalla creatività della chef stellata Cristina Bowerman. Si tratta di un esperimento di “nutrizione di genere”, spiega Stefania Ruggeri. L’obiettivo è quello di trasformare la pausa pranzo in un momento per prendersi cura della propria salute diventando consapevoli dei nutrienti di cui abbiamo bisogno nelle diverse e particolari fasi della nostra vita. Il primo menù, quello dedicato all’inverno, è stato presentato presso la mensa della Regione Lazio lo scorso 5 marzo. È caratterizzato dal colore verde delle verdure ricche di folati, che proteggono da malattie cardio-cerebrovascolari e, nel caso di un’eventuale gravidanza, aumentano le probabilità che i bambini nascano sani, limitando il rischio di parti prematuri e di gravi patologie congenite, come la spina bifida e alcune cardiopatie. Il primo “F menu” vuole migliorare sul piano del gusto e della salute l’offerta della ristorazione collettiva, rispettando i dosaggi e i gruppi degli alimenti chiave utilizzati. I cuochi che hanno aderito al progetto declineranno i menù con le varietà locali, dando vita a nuove “F ricette”. I cibi che apportano nutrienti fondamentali per la salute femminile sono i cereali integrali, le verdure, la frutta, i legumi, il pesce e la frutta secca. Da non dimenticare la fibra alimentare prevista, che copre il 60% circa della quantità giornaliera raccomandata, ed è un composto prezioso per prevenire lo sviluppo dei tumori, ridurre l’insorgenza di ipercolesterolemia e della sindrome metabolica, favorire il benessere intestinale e facilitare il senso di sazietà, aiutandoci a mangiare meno. “F menu” è stato realizzato nell’ambito del progetto “Okkio alla Ristorazione”: si tratta di un’iniziativa interregionale del Ccm (Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie), approvata dal ministero della Salute, per migliorare la qualità dei pasti serviti dalla ristorazione collettiva, attraverso la promozione di frutta e verdura, la riduzione del sale e la scelta del sale iodato, l’aumento dei folati, la riduzione di alimenti ricchi di zuccheri e di grassi di origine animale, l’utilizzo prevalente dell’olio extravergine di oliva come condimento e la garanzia di pasti sicuri nelle mense per i soggetti celiaci. Ad oggi hanno aderito 240 mense di aziende di ristorazione collettiva, per un totale di circa 115.000 pasti giornalieri serviti.  

Pubblicato il: 07/03/2015
Redazione: Pagine Salute


INSERISCI COMMENTO:

Inserire Username
Inserire Password
IMMAGINE:
VIDEO:
PDF:
Inserire Commento



NON SEI ANCORA ISCRITTO AL PORTALE? ISCRIVITI!

CONDIVIDI QUESTA NOTIZIA:


INVIA QUESTA NOTIZIA:
 

ACCEDI ALLA HOME PAGE TERRITORIALE DI:

DONNA

 
 

REDAZIONALI CORRELATI:

EVENTI

IN PROGRAMMA
REALIZZATI

OPERATORI E CENTRI