ASSISTENZA INSERZIONISTI:

TEL ROMA 06.94800.774

FAX ROMA 06.94800.775

TEL MILANO 02.3031.6868 Fax 02.3031.6869

FAX MILANO 02.3031.6869

MAIL info@paginesalute.it

NEWS

Piano Oms per la salute delle donne


OPERATORI E CENTRI

APRI - CHIUDI

Impegno per l’uguaglianza di genere e salvaguardia della figura femminile nelle società mondiali, questo il leitomotiv dell’incontro fissato in Commissione delle Nazioni Unite il prossimo 9 marzo a New York. Appuntamento espressamente voluto all’indomani della tradizionale festa della donna per fare il bilancio dei risultati conquistati e tracciare il cammino ancora da percorrere. A tal proposito l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stilato una sorta di decalogo delle principali emergenze su cui concentrare i prossimi sforzi, ecco gli impegni al centro delle prossime iniziative comuni:   ·         Più ricerca per contrastare il cancro al seno e al collo dell’utero, le due principali forme di tumore femminile a causa dei quali ogni anno si registrano più di 1 milione di vittime. ·         Salute sessuale e riproduttiva, si stime che nel mondo oltre 200milioni di donne non abbiano accesso ai più comuni mezzi di contraccezione ·         Gravidanza e parto sicuri, oltre 300mila donne hanno perso la vita nel 2013 per complicazioni cliniche ·         Prevenzione e lotta all’Aids, all’Hiv e alle malattie sessualmente trasmissibili, causa di circa 200mila casi di bambini nati morti ogni anno ·         Contrasto della violenza fisica, sessuale e psicologica sulle donne ·         Salvaguardia della salute mentale, poiché le donne sono fisicamente e socialmente più esposte a problemi di ansia e depressione ·         Gestione dei comportamenti insani come abuso di fumo, alcol, stupefacenti e sensibilizzazione sul problema dell’obesità.   Tre i pilastri fondamentali su cui si basano tutte le iniziative del testo, prevenzione, protezione e punizione. L’Italia è in prima linea con campagne di informazione e azioni dirette sul campo, ma il problema resta e c’è ancora molto da fare. Ogni anno nel nostro paese, circa 100 donne vengono uccise brutalmente per mano di un uomo, quasi sempre il compagno o ex partner, emergenza ancora per lo più nascosta dietro un solido muro di omertà che nel 90% dei casi non sfocia mai in una denuncia. 

Pubblicato il: 07/03/2015
Redazione: Pagine Salute


INSERISCI COMMENTO:

Inserire Username
Inserire Password
IMMAGINE:
VIDEO:
PDF:
Inserire Commento



NON SEI ANCORA ISCRITTO AL PORTALE? ISCRIVITI!

CONDIVIDI QUESTA NOTIZIA:


INVIA QUESTA NOTIZIA:
 

ACCEDI ALLA HOME PAGE TERRITORIALE DI:

PREVENZIONE

 
 

REDAZIONALI CORRELATI:

EVENTI

IN PROGRAMMA
REALIZZATI

OPERATORI E CENTRI